Le leggende di Tiwanaku (o Tiahanaco)

Tiwanaku 19

Dove si trova e come arrivarci

A 74 Km da La Paz, troviamo i resti di una civiltà precolombiana, misteriosa e straordinariamente evoluta… la civiltà Tiwanaku. È il sito archeologico più importante della Bolivia, posizionato a 3800 mt di quota. Questo popolo instaurò un impero lungo le rive del lago Titicaca mille anni prima degli Inca.

Alcuni archeologi sostengono che questa civiltà sia vissuta in un periodo che va dai 7.000 ai 1.000 anni a.C. Purtroppo sono stati trovati pochissimi resti, dato che durante la colonizzazione spagnola i tesori e le terracotte più preziose furono saccheggiate e in parte distrutte o portate via.

Il sito si può raggiungere con un taxi, come infatti abbiamo fatto noi, ed è comodo se hai bambini piccoli; altrimenti con un bus anche se spesso è un po’ caotico, la cosa più semplice è comunque seguire un tour di un’agenzia del posto.

Tiwanaku 13

Gli scavi, per mancanza di fondi, sono ancora molto indietro ma quello che già si vede, dai particolari incastri senza malta dei grossi macigni, alle grandi statue costruite in un unico blocco, suscitano meraviglia e fascinazione, aprendo la strada alle più svariate ipotesi!

Tiwanaku 18

Troviamo scritto in un antico manoscritto che, quando il popolo Inca guidato dal leggendario imperatore Pachacutec, giunse a Tiwanaku per la prima volta… si sentirono invadere dallo stupore, costruzioni simili non ne avevano mai viste...

Secondo la leggenda del popolo Quecha fu il Dio Kon Tiki (o Viracocha) che volle punire i giganti senza cervello, allora abitanti del luogo, per la loro arroganza e la continua disobbedienza. Era veramente molto arrabbiato e decise che non dovevano più esistere, per cui mosse, dal lago Titicaca, una fortissima onda sul continente che sterminò tutti i giganti. In un secondo momento decise di dare vita a nuove creature più minute e che lui credeva più gestibili: gli umani.

Creò per loro il sole e la luna, fece sorgere un santuario e anche delle statue che erano proprio i giganti più disobbedienti tramutati in pietra, per poter far vivere per sempre il ricordo di ciò che era accaduto.

Tiwanaku 6

I Tiwanaku, come gli Inca, praticavano il culto del sole. La Porta del sole, è uno dei pochi referti integri rimasti ed è ricavata in un unico blocco di roccia andesite di circa 10 quintali. Molto probabilmente era parte di una piramide o un tempio più ampi. Sulla sua sommità troviamo forse la rappresentazione della divinità Viracocha, con due serpenti in mano e circondata da creature alate.

La curiosità è che… si dice che questa porta, forse squarciata da un fulmine, nasconda un grande segreto che aiuterà l’umanità quando si troverà nei guai, qualcuno lo considera un varco verso un’altra dimensione….leggenda?!

Tiwanaku17

Logicamente tutte le culture poco conosciute e ancora misteriose permettono di fare grandi teorie e viaggi con la fantasia. La civiltà tiwanaco e il suo sito vengono citate spesso anche nel videogioco Tomb Raider-Legend e addirittura in varie storie di Topolino.

Il 21 giugno è il solstizio d’estate, il giorno in cui il sole raggiunge il punto di altezza massima nel cielo. All’alba di ogni 21 giugno, davanti a questa porta, si può assistere alla celebrazione del Capodanno tiwanacota in cui il 2019 corrisponde all’anno 5527. Leggenda vuole che i raggi del sole che attraversano in quelle prime ore la Puerta del Sol, trasportano una energia mitica.

In questi ultimi anni spesso questo cerimoniale ha avuto la presenza del presidente boliviano Evo Morales, il primo presidente indigeno della storia della Bolivia.

 Da La Paz

Bus – Trans Tours Tiwanaku. . .  durata 1h e 30m . . .  frequenza ogni 30 minuti  . . . prezzo circa 2euro


Ti è piaciuto il nostro articolo?
Iscriviti alle nostre newsletter e rimani aggiornato sui nuovi articoli!

Privacy Policy


 

Ti piace l'articolo? Condividilo!
Author

1 Comment

  1. Il fascino di questo posto è innegabile, e mi piacerebbe saperne qualcosa in più riguardo alla leggenda della porta, i misteri mi intrigano!

Write A Comment

error: Contenuti protetti da Copyright