La Genova di Renzo Piano

Generalmente si è fan di un cantante o di un attore, io fin da ragazzina, ho adorato il coraggio e la geniale semplicità, dell’architetto Renzo Piano. Un’artista che ama ricercare, nelle sue opere, la condivisione degli spazi e l’incontro vero, fisico, quello che aiuta a far nascere rapporti intensi fra le persone.

Per questo, trovo sempre un po’ di tempo per andare a Genova, la sua città di origine, dove con la sua arte, è riuscito a trasformare e riqualificare la zona  portuale, in area urbana fruibile a tutti gli effetti.

Il Porto Antico

Tutto è iniziato nel 1992, con le celebrazioni del cinquecentenario della scoperta dell’America. L’antica zona portuale, in mano all’architetto Renzo Piano, è diventata ben presto, un progetto di rigenerazione totale. Con il suo studio, la zona del porto, si è di fatto ricollegata al resto della città, così da diventare, ben presto, il vero baricentro di Genova.

la Genova di Renzo Piano

La realizzazione di un sottopasso per i veicoli, ha aiutato a creare una grande isola pedonale, piazza del Caricamento, che ha definito una sorta di luogo d’incontro della città, con un proprio nome e una propria identità, il Porto Antico.

Camminando in quest’area, sentiamo forte la presenza del mare, ma sentiamo anche, di essere dentro un vero e proprio spazio multifunzionale. È quindi possibile sia socializzare che  divertirsi e assistere a molti eventi e spettacoli. Logicamente non mancano luoghi di ristoro, dove entriamo in contatto con la gastronomia ligure  e non ultimo, lo shopping.

Piazza delle Feste e il Bigo

L’area ristrutturata è caratterizzata da un  grande monumento moderno, il Bigo. La struttura, in metallo, ricalca, in maniera molto scenografica, le gru da carico, che solitamente si trovano sulle navi. Logicamente la scala è molto più grande, tanto da rendere questo monumento scenico, uno dei tratti distintivi del Porto Antico di Genova, ideato dall’architetto Renzo Piano.

a Genova di Renzo Piano 1

La sua base, sembra appoggiata sull’acqua e per questo ha un’apparenza di leggerezza, ma è molto solida. Da un lato sorregge la tensostruttura della Piazza delle Feste, dove d’inverno viene allestita una pista di pattinaggio sul ghiaccio, aperta a tutti. Inoltre, uno dei suoi bracci, solleva un ascensore panoramico ad oltre quaranta metri d’altezza. Da qui, si può godere di una vista, a 360 gradi, su tutto il Porto Antico e su Genova.

Il consiglio è di salirci soprattutto verso sera, vicino al tramonto, è un bellissimo spettacolo da non perdere!

La Biosfera

Nonostante l’aspetto monumentale del Bigo, la prima volta che siamo stati al Porto Antico di Genova, siamo stati attirati da una grande sfera di vetro e acciaio, che sembra galleggiare sul mare, la Biosfera. Al suo interno c’è un giardino botanico, con oltre 150 specie tropicali, fra cui delle orchidee molto rare di origine asiatica. Ma molti sono gli animali, vi possiamo trovare farfalle, iguane e tantissime specie di uccelli tipici del mare tropicale.

 Biosfera di Genova

Attraverso un movimento computerizzato di vele, che si spostano con la posizione del sole, viene gestito il microclima tipicamente tropicale,  al suo interno.

La sua realizzazione risale al 2001, anno del G8, che si è tenuto nella città di Genova. Doveva rappresentare il simbolo del mondo.

Oggi la visita all’interno della sfera, è parte integrante del percorso che viene offerto dall’Acquario di Genova, posto lì vicino ed anch’esso valorizzato, con questa ammodernamento generale.

I Magazzini del Cotone

magazzini del cotone genova

Per mantenere un collegamento con la storia della città di Genova, l’architetto Renzo Piano, ha mantenuto alcuni edifici e alcune grosse gru, rappresentative del vecchio porto. Anche i Magazzini del Cotone, sono stati tutelati nella loro struttura originaria. Questi erano nati, verso la fine Ottocento, come magazzini generali, dove le merci restavano in attesa di essere imbarcate.

Dopo la ristrutturazione, nei Magazzini del Cotone sono stati creati, molti luoghi d’incontro, una multisala cinematografica, un centro per convegni e seminari di livello internazionale, oltre logicamente a negozi, bar e ristoranti.

Qui si trova La città dei bambini e dei ragazzi, uno spazio di oltre 2.000 metri quadrati, dove scienza e tecnologia si animano e creano divertimento e conoscenza.

Se vogliamo dirla tutta, qui si trova anche la radio più ascoltata di tutta la Liguria, radio Babboleo.

Il Ponte di Genova

Il Ponte di Genova, è l’opera più recente, ma forse meglio di tutte, rappresenta l’attaccamento di Renzo Piano alla sua città. Pensato e costruito subito dopo il crollo del Ponte Morandi, il 14 Agosto 2019, rappresenta bene Genova ed il suo modus vivendi.

Renzo Piano Ponte di Genova

Il ponte ha una struttura semplice e parsimoniosa, non banale, in acciaio e di colore bianco e che sia destinato a durare mille anni, come ha detto lo stesso  Renzo Piano, alla presentazione del progetto.

Un ponte sobrio, apparentemente leggero, ma forte, com’è nel carattere dei genovesi.

Ma una frase dell’architetto Renzo Piano, colpisce su tutte e rappresenta bene anche la città di Genova: “…. fatto di acciaio, ma forgiato dal vento“.

Come arrivare:

Per arrivare al Porto Antico si consiglia di scendere alla stazione ferroviaria di Genova – Piazza Principe.

Da lì al Porto Antico è possibile arrivarci:

a piedi:  con una camminata di circa 15 minuti

in autobus:  prendendo il n. 35 (direzione Vannucci) e scendere a Gramsci2

in metropolitana:  prendere la direzione per Brignole e scendere a San Giorgio

Per informazioni su eventi e calendario spettacoli 


Ti è piaciuto il nostro articolo?
Iscriviti alle nostre newsletter e rimani aggiornato sui nuovi articoli!

 

Ti piace l'articolo? Condividilo!
Author

27 Comments

  1. Sei stata chiara ed esaustiva ho i miei zii a Genova conosco molto bene il ponte di Genova sono stata anche all’acquario di Genova puoi fare anche un articolo su quello? Wow

    • Angi Reply

      Ti ringrazio veramente di cuore! Sì, molto presto farò anche un articolo sull’Acquario di Genova…:)

  2. Non sono mai stata a Genova e devo assolutamente recuperare! In più, conosco bene lo stile di Renzo Piano e mi sono stupita della sua modernità presente anche in una città come Genova. Non credevo!

    • Angi Reply

      Renzo Piano riesce ad adattare la sua arte ad ogni luogo…sei stata al Museo delle Scienze di Trento?

  3. Genova è una città che non conosco. Bello questo tour che hai raccontato. Credo proprio che meriti una visita.

    • Angi Reply

      Girare a piedi per il Porto Antico è veramente una delizia.

  4. Non sono mai stata a Genova anche se mi piacerebbe godere di queste opere d’arte, speriamo di poterlo fare presto. Per me Renzo Piano è davvero unico nella sua innovazione ma anche eleganza delle opere che realizza

  5. Sono stata a Genova molte volte ma non l’ho mai davvero visitata con occhio “turistico”. Sicuramente la prossima volta che ci andrò poterò il tuo articolo come guida… voglio assolutamente visitare la Biosfera!

  6. Non sapevo che la zona del porto di Genova fosse così piena di opere di Renzo Piano e non sapevo nemmeno che fosse di Genova. È dai tempi dell’Università che non torno a genova, mi piacerebbe tornarci a fare un bel giro ricordando gli anni passati…

  7. Essendo stata a Genova prima della caduta del Ponte Morandi non ha potuto passare e vedere quello nuovo, ma il resto al porto sì… quando architettura e natura vivono in armonia è bellezza allo stato puro!

  8. Non sono ancora mai stata a Genova e non sapevo che Renzo Piano fosse così presente nella sua città. E’ stato interessantissimo leggere di tutte le bellezze che la città offre e ammetto che la Biosfera mi ha fatto brillare gli occhi già solo leggendo e guardando la foto.

  9. Sono stata a Genova da piccola, e volevo portarci i bimbi soprattutto a vedere la Biosfera! Speriamo questa pandemia ci lasci prima possibile, deve essere una gita fantastica!

  10. Meravigkiosa Genova! Purtroppo l’ultima visita è di oltre 10 anni fa, coi bambini a Capodanno. Ci è rimasta nel cuore. Assolutamente dobbiamo tornare!

  11. Da architetto venero Renzo Piano. Ho sempre desiderato vedere le sue creazioni dal vivo a Genova, ma purtroppo non c’è stata ancora occasione.

    • Angi Reply

      Che bello, allora fra colleghi ci capiamo al volo! 🙂

  12. Genova é una città che non ho mai visitato, ma mi piacerebbe veramente tanto andarci una volta che questo brutto periodo sarà finito e potremmo ricominciare a spostarci in sicurezza.

  13. Ci sono numerose ragioni per conoscere e vivere la realtà di Genova. Appena sarà possibile viaggiare, sarà bello poter camminare tra le architetture di Renzo Piano e le opere come la “Biosfera”.
    Maria Domenica

  14. Il porto è davvero bellissimo e la Biosfera vorrei proprio visitarla, già dall’esterno mi sembra un magnifico progetto architettonico! Non sapevo che Genova avesse diverse opere realizzate proprio da Renzo Piano.

  15. Che meraviglia la Biosfera! Ciò mi fa capire che manco da troppo a Genova, città che amo molto e che mi ricorda, per certi versi, la mia Lisbona, anche nella cadenza… Ottimo articolo

    • Angi Reply

      Grazie mille! Appena ci possiamo muovere più tranquillamente, devi assolutamente recuperare…;)

  16. Ti capisco sull’essere fan di Renzo Piano è una vera rock star dell’architettura moderna peccato che non viene più insegnata ai ragazzi a scuola meriterebbe di più!

    • Angi Reply

      È vero, magari a scuola si soffermano mesi a spiegare l’arte primitiva e non si accenna neanche un po’ a quanto di bello e affascinante c’è nell’arte moderna.

  17. La prima volta che sono stata a Genova sono rimasta colpita da questi “posti” immensi e scoprire che li abbia progettato Renzo Piano è stupendo.

  18. Io abito a Genova da sempre….. mi piace molto la zona del Porto Antico e il Centro Storico anche se per dirla tutta in questi ultimi anni è una zona molto trascurata…..

  19. Ciao non conosco il nuovo ponte ma sono ancora scossa da quello vecchio. Passai da lì esattamente 24 ore prima. Renzo Piano ha realizzato opere davvero meravigliose per questa bella città

Write A Comment

error: Contenuti protetti da Copyright