Itinerario Street Art e murales a Milano

Milano sta diventando, sempre più, una città aperta alle nuove arti. È la città europea, che più di tutte, ha spalancato le sue porte e le sue strade, alla Street Art.

La Street Art, o meglio, l’arte urbana o di strada, è un fenomeno complesso, dinamico e in continua evoluzione. La sua qualità, spesso, dipende dalla consapevolezza del contesto, dalla capacità, dello street artist, di sottrarsi alla banale decorazione di una facciata o di un muro, cercando pertanto, di elevarsi e creare un valore aggiunto al luogo, dove l’opera si trova.

Data la difficoltà di elencare tutte le opere, nel nostro Itinerario Street Art e murales a Milano, vi porteremo a passeggiare con noi, seguendo un nostro percorso, alla ricerca, di alcune delle opere di Street Art, più conosciute.

La nostra partenza è dalla Stazione di Milano Cadorna, camminando abbiamo ammirato il Castello Sforzesco, in tutto il suo splendore e poi via, di buona lena, verso Porta Venezia, fino ad arrivare al Padiglione d’Arte Contemporanea, conosciuto come PAC.

Animal Factory

degli street artist:  Blu e Ericailcane

Animal Factory è un murale realizzato nel 2007, lungo la facciata del Padiglione d’Arte Contemporanea, per la mostra Street Art Sweet Art, voluta da Vittorio Sgarbi.

 murales a Milano Animal Factory

Si tratta di un girone infernale, dove la denuncia e il grottesco prevalgono. Uomini e animali, sono sullo stesso piano, adorano la montagna di cocaina, posta al centro, che li porterà a perdere il controllo di se stessi.

La chiara dichiarazione d’ammirazione, verso il capolavoro di George Orwell e il suo forte valore simbolico e provocatorio, lo ha subito fatto amare dal pubblico e dalla critica internazionale, accrescendone la fama.

Dove:

  • in via Palestro, 14 – facciata Padiglione d’Arte Contemporanea.

Continuiamo il nostro percorso, passando per Porta Manforte, lungo il viale Bianca Maria e arriviamo spediti al Giardino delle Culture.

Love Seeker e Heart Sling Shot

dello street artist Millo pseudonimo di Francesco Camillo Giorgino

Love Seeker e Heart Sling Shot sono due murales, uno di fianco all’altro, che si trovano al Giardino delle Culture, luogo d’incontro e di varie iniziative per giovani e bambini.

Itinerario Street Art e murales a Milano 3

Nel primo murale si vede un ragazzo, dalla fisionomia non ben definita, in cerca d’amore, in una città metropolitana asettica e anonima. Il secondo murale rappresenta una ragazza, armata di fionda, che lancia il suo cuore al mondo, perché un sentimento, bello come l’amore, possa essere condiviso da tutti.

Itinerario Street Art e murales a Milano 1

Il forte contrasto, fra il paesaggio in bianco e nero della grande realizzazione, e i cuori rosso fuoco, rendono ancora più evidente e immediato l’intenso messaggio.

Dove:

  • in via Morosini, 8 – Nel Giardino delle Culture, vicino al Parco Fomentano.

Durante la nostra interessante camminata, alla scoperta dell’ Itinerario Street Art e murales a Milano, anche fermarsi, a prendere un caffè, deve assolutamente, far parte del nostro itinerario. Per cui, passiamo da Corso di Porta Vittoria, davanti al Palazzo di Giustizia, e andiamo a rifocillarci, con qualcosa di caldo, allo Zen Zero Caffè:

Zen Zero Caffè

interno realizzato dallo street artist Giorgio Bartocci

Street Art murales a Milano 10 Zen Zero Caffè

Lo Zen Zero è un locale totalmente accessibile, voluto così, dal suo proprietario, Zain Dar, detto Zen, rimasto su una sedia a rotelle, dopo un brutto incidente. Il suo interno è un grande murale, caldo e colorato, realizzato dalla mano sapiente di Giorgio Bartocci, un artista che ha all’attivo diverse realizzazioni, sparse nella città di Milano.

Dove:

  • Via Festa del Perdono,1 – dietro l’Università Statale.

Dopo aver dato un’occhiata all’interno dell’Università Statale e riportato alla memoria ricordi giovanili, ripartiamo verso via Rugabella e via Disciplini, per arrivare alla Basilica di San Lorenzo.

Milano Street Hi-Story

di 11 street artist: Gatto Nero, Acme 107, Gatto Max, Gep, Encs, Kasy 23, Luca Zammarchi, Mr. Blob, 750ml, Gianbattista Leoni e Neve

Milano Street Hi-Story  si trova dietro la Basilica di San Lorenzo, dove undici street artist, hanno ritratto alcuni dei volti più famosi, legati alla città: Napoleone, Giuseppe Verdi, Carlo Magno, Leonardo da Vinci e non poteva mancare Sant’Ambrogio.

Street Art e murales a Milano 8

Sono stati chiamati da don Augusto Casolo, il coraggioso parroco di San Lorenzo, con l’intento di fissare le tappe storiche che …hanno reso Milano un luogo aperto, d’incontro e di cultura…

I nomi degli undici street artist sono: Gatto Nero, Acme 107, Gatto Max, Gep, Encs, Kasy 23, Luca Zammarchi, Mr. Blob, 750ml, Gianbattista Leoni e Neve.

Street Art e murales a Milano 6 Ognuno di loro ha regalato un pezzo di storia della città reinterpretandolo. L’ultimo è la Madonna degli street artist, dove arte e sacralità si fondono, abbiamo infatti la Madonna con una bomboletta spray.

Dove:

  • via Pio IV, tra piazza della Vetra e Porta Ticinese.

L’ultima tappa di oggi della nostra lunga ma interessante camminata è dietro la Basilica di Sant’Eustorgio, passiamo lungo Corso di Porta Ticinese, giriamo dietro la Basilica e eccoci arrivati.

I Camaleonti

realizzato dal Centro Sociale Zam

murales a Milano Centro Sociale Zam

I Camaleonti è un murale coloratissimo, che si trova dietro la Basilica di Sant’Eustorgio. Due enormi camaleonti camminano sulla città di Milano, città camaleontica, simbolo di continuo cambiamento, adattamento e evoluzione.

Dove:

La nostra passeggiata per oggi si ferma qui. Dopo aver ammirato la Basilica di Sant’Eustorgio, ci siamo fatti prendere dalla stanchezza, ma prossimamente faremo sicuramente un altro Itinerario Street Art e murales a Milano. Alla prossima!

Per informazioni su eventi d’arte e non solo, vi segnalo yesmilano.it


Ti è piaciuto il nostro articolo?
Iscriviti alle nostre newsletter e rimani aggiornato sui nuovi articoli!


 

Ti piace l'articolo? Condividilo!
Author

29 Comments

  1. In ogni città che visito mi piace tantissimo scorgere i suoi murales e le impronte degli artisti che lasciano in giro. Milano è una città che sa offrire molto al mio interesse e devo dire che se ne scoprono sempre di nuovi interessanti momenti di arte urbana

  2. Stupendi! Uno più bello dell’altro. Ma dentro queste opere d’arte c’è anche una voglia di rivalsa. Significative, introspettive… davvero da rimanere incantati a riflettere non solo sulla loro bellezza ma anche sul loro perché.

    • Angi Reply

      Penso che negli ultimi anni la Street Art stia colmando dei vuoti di comunicazione, caratteristici di quest’epoca iperconnessa… anche se può sembrare una contraddizione 😉

  3. Ho letto l’articolo con estremo interesse perché per essere sincera non amo particolarmente la street art ed i murales ma vedendo quelli che hai proposto mi sono ricreduta. Soprattutto quelli di Milano street Hi-Story, davvero belli!

  4. Un’itinerante passeggiata per i murales più belli della città è proprio quello che ci vuole, per evadere con la fantasia e l’immaginazione. Mi ha colpito il romanticismo metropolitano del ragazzo in cerca di amore smarrito nella grande ed aliente metropoli, e la risposta della ragazza che lancia con una fionda il cuore, simbolo del sentimento più bello.

  5. Cristina Giordano Reply

    Ciao, peccato che Milano per ora è fuori dai miei itinerari, ma so a chi passare l’articolo, una mia cara amica ci va spesso e adora lo Street Art!!!

  6. Alcuni di questi murales li avevo visti, gli altri sono in una zona dove non vado quasi mai, zona Ticinese. Sono molto belli, andrò a vederli.

  7. Barbara Alesiani Reply

    Sono stata tante volte a Milano, ma non mi è mai successo di imbattermi in questi capolavori! Grazie per aver indicato gli indirizzi, preso nota per la prossima volta!

    • Adoro la street art la cerco ad ogni viaggio, a Milano ci vado spesso ma non l’avevo davvero mai pensato!

  8. Un articolo che mi è molto utile visto che siamo a Milano tra un paio di settimane e cercavo qualcosa da visitare di diverso dal solito! Grazie!

  9. I murales mi piacciono molto, penso sempre a quanti talenti ci somo da scoprire. Alcuni murales sono davvero perfetti

  10. Marina Napolitano Reply

    He spettacolo questi murals, mi piacerebbe vederli da vicino

  11. Ho fatto spesso dei tour sui murales a Milano. La cosa bella di Milano è che non c’è solo una zona in cui trovare i murales. Ti consiglio la prossima volta un tour nella zona di Lambrate: ne rimarrai entusiasta.

  12. Giusy Loporcaro Reply

    Mi piacciono moltissimo i murales artistici ( non gli scarabocchi! ) e questi sono davvero molto molto belli! In primavera saro’ a Milano per cui prendo nota di questi posti che hai fotografato!

  13. Amo molto i murales e non conoscevo questo lato artistico di Milano, grazie mille per le info quando ci torno ne appprofitterò

  14. Una Milano inedita tutta da esplorare grazie a questi murales! Grazie per avermi fatto scoprire questo aspetto.

  15. Ho subito riconosciuto lo stile di Millo! Grazie al concorso B.Art (Arte in Barriera) nella mia zona (Barriera di Milano a Torino) ci son ben 13 facciate che mostrano i suoi capolavori!
    A breve sarò a Milano per accompagnare un’amica, ne approfitterò sicuramente per ripercorrere il tuo itinerario, adoro i murales!

  16. l’arte di strada ha una sua dignità assolutamente da non sottovalutare

  17. Bellissimi questi Murales, avevo visto in giro su Instagram “Love Seeker” e lo avevo davvero trovato pieno di significato. Grazie per aver messo gli indirizzi su dove trovarli.

  18. Veramente bello questo post e belle anche le foto. Mi piacciono molto i murales quando sono di livello. ce ne vorrebbe di più in tutte le città

  19. Adoro i murales ma solo quelli veri che fanno parte dell’arte della strada. Proprio come quelli presentati da voi.
    Ognuno di loro presenta una storia ed arricchisce i muri grigi delle strade di Milano.

  20. Scopro adesso che Milano detiene il primato della street art – che adoro – in Europa. Dopotutto la città della moda non può che essere sempre aperta alle nuove tendenze.

  21. Interessante questo viaggio che mi hai fatto fare nella città dei miei studi. Abituata a vederla con gli occhi di chi ci ha appunto studiato, della turista che visita i classici monumenti storici e le vie dello shopping, ho davvero apprezzato questo itinerario insolito. Sicuramente un tour che i miei ragazzi apprezzerebbero e dal quale quindi prenderò spunto per una prossima passeggiata in città

  22. In generale nei musei prediligo l’arte classica, ma nelle città cerco sempre di scovare i murales, soprattutto quelli costruiti sfruttando la forma degli edifici circostanti. Post da tenere a mente per un prossimo giro a Milano!

Write A Comment

error: Contenuti protetti da Copyright