Il genio di Andrea Palladio a Vicenza

Per chi, come noi, ama il genio di Andrea di Pietro della Gondola, meglio conosciuto come Andrea Palladio, deve assolutamente visitare la città di Vicenza. Un paesaggio urbano, la cui fama, soffre forse un po’ la vicinanza con Venezia, ma che porta, ben definita, l’impronta innovativa e geniale dell’architetto vicentino. Tanto che, dal 1994, Vicenza con le sue opere palladiane, è stata inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Non potevamo perdercela, così abbiamo organizzato una bella giornata a Vicenza, alla scoperta del genio di Andrea Palladio.

Giardini Salvi

Siamo partiti dai Giardini Salvi, un bellissimo parco pubblico nel centro storico della città, adiacente alle mura di Piazza Castello, dove rilassarsi, rifocillarsi e ammirare la bellissima Loggia Valmarana (1591). Questa loggia poggia, su archi, sorretti da robusti pilastri, che sembrano sorgere dalla roggia Seriola, un corso d’acqua artificiale, che crea mille riflessi e rende ancora più suggestiva l’opera, progettata come un punto d’incontro per intellettuali e accademici

Giardini Salvi di Andrea Palladio

L’ attribuzione a  Palladio, desta qualche perplessità negli storici, si pensa comunque ,possa essere stata realizzata da un suo allievo, tant’è che, anch’essa, è inserita nella lista dei siti Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Giardini Salvi di Andrea Palladio a Vicenza 2

Indirizzo:

Piazzale de Gasperi (ingresso principale)
36100 Vicenza

Per continuare la nostra ricerca, il luogo dove maggiormente sono raggruppate le opere di Palladio, è sicuramente Piazza dei Signori, situata proprio nel centro storico della città.

Basilica Palladiana

Sin dai tempi del Medioevo, Piazza dei Signori, era il centro della città e sede del mercato cittadino. Ampia e dominata dalla presenza della monumentale Basilica Palladiana, chiamata così in omaggio alla Roma antica, dove la Basilica, era il luogo in cui si discuteva di politica e si trattavano gli affari.

Progettata nel 1504, dal Palladio, che in realtà,  riprogettò,  una meravigliosa struttura in marmo, intorno al precedente Palazzo della Regione. Infatti l’architetto vicentino circonda, la preesistente costruzione del quattrocento gotico, con due ordini di loggiati sovrapposti, rispettivamente di stile dorico e ionico, realizzati in marmo bianco a serliane

Basilica Palladiana a Vicenza 3

Questo edificio, con le sue solenni forme classiche, consacrò definitivamente il genio del Palladio, poichè non solo riuscì a sorprendere intellettuali e artisti del passato, ma ancora oggi riesce affascinare noi visitatori, con le sue eleganti proporzioni, che esaltano la monumentale armonia dell’opera.

Basilica Palladiana a Vicenza 2

Sul lato destro troviamo uno dei simboli di Vicenza, la torre Bissara, che affianca altissima, la Basilica Palladiana. Non vi fermate solo ad ammirare queste bellezze dall’esterno ed entrate, con il biglietto unico non costa molto, e godetevi cotanta meraviglia. Salite al primo piano, dove si può ammirare la grandiosa sala del Consiglio, lunga circa 52 metri, coperta da volta a carena e usata prevalentemente per mostre e convegni. Al piano sopra inoltre si può avere accesso all’ampia terrazza, circondata da statue, scolpite tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo, ed è una vera meraviglia per gli occhi. Si può ammirare i colli vicentini, i palazzi storici e tutte le bellezze della città di Vicenza.

Indirizzo:

Piazza dei Signori, 1, 36100 Vicenza VI

Orari:

  • Da martedì a domenica 9.00 – 17.00 (ultimo ingresso alle 16.30)
  • Chiusura tutti i lunedì e 25 dicembre

Loggia del Capitaniato

La Loggia del Capitaniato (1571), è posta proprio di fronte alla Basilica Palladiana ed è, al momento, sede del consiglio comunale cittadino. Deve il suo nome al capitanio cioè, il rappresentante della Repubblica di Venezia, in città. Con essa, il Palladio, avrebbe voluto creare un’unità simmetrica sui due lati lunghi di Piazza dei Signori. Ma  la Loggia del Capitaniato, segna l’ultimo periodo dell’opera dell’architetto vicentino, rimane incompiuta ma imponente, con le sue tre arcate ornate di stucchi, le colonne di ordine gigante. Ci mostra così, insieme alla Basilica, posta proprio di fronte, due periodi diversi nello sviluppo del genio del Palladio.

Loggia del Capitaniato a Vicenza 2

Indirizzo:

Piazza dei Signori, 1, 36100 Vicenza VI

Corso Palladio

È la via che attraversa tutto il centro storico di Vicenza, da Ovest a Est. Se volete fare un gioco divertente in coppia o con i bambini, percorrete tutto Corso Palladio e cercate alcune delle più importanti opere di Andrea Palladio, oppure cercate solo edifici legati alla sua storia, come quella che, molti ritengono, sia stata la sua abitazione  a Vicenza, casa Cogollo, un palazzo del 1559. Molti pensano ci abbia abitato, ma sembra che non sia così, molti l’attribuiscono al Palladio, ma ci sono molti dubbi, la cosa sicura è che, la facciata del palazzo, presenta una serliana, come quelle della Basilica Palladiana, in più è arricchita da due Vittorie ai lati dell’arco. Da vedere.

Vicenza

Palazzo Chiericati

Altra meravigliosa costruzione palladiana è Palazzo Chiericati, che ospita attualmente il Museo Civico in cui sono esposte varie raccolte paletnologiche e archeologiche, oltre ad una pregevole Pinacoteca, ricca di dipinti di scuola veneta tra il XIV secolo e il XVIII secolo. Il Palazzo fu progettato da Andrea Palladio, nel 1550, per Girolamo Chiericati.

Si tratta di una struttura classica, elegante, di una bellezza solenne con colonnati e logge superiori coronate di statue.

Palazzo Chiericati a Vicenza

Indirizzo:

Piazza Matteotti, 11, 36100 Vicenza VI

Orari:

  • Da martedì a domenica 9.00 – 17.00 (ultimo ingresso alle 16.30)
  • Chiusura tutti i lunedì e 25 dicembre

Teatro Olimpico

Il più insigne monumento palladiano nel centro della città,  può considerarsi senz’altro il Teatro Olimpico (1580-1585), considerato il primo e più antico teatro stabile coperto, dell’epoca moderna. Si tratta dell’ultimo progetto di Andrea Palladio, commissionato dall’Accademia Olimpica, per la messa in scena di commedie classiche. Egli ricostruisce il teatro dei romani, seguendo una precisione archeologica,  fondata sullo studio accurato degli antichi testi di Vitruvio e delle rovine dei complessi teatrali più antichi.

Teatro olimpico Andrea Palladio a Vicenza 1

Una costruzione in legno e stucchi, progettata e creata su base ellittica, per la ristrettezza dello spazio a disposizione. Anche la grande gradinata, è stata pensata sull’esempio dei teatri classici e può accogliere più di duemila persone.

Teatro olimpico Andrea Palladio a Vicenza 2

La scena è ornata da due ordini di colonne, nel mezzo un grande arco rappresenta l’entrata degli attori principali, mentre due porte laterali servono d’accesso agli altri personaggi della rappresentazione. Da queste aperture si diramano delle strade che, con sapienti artifici, danno l’illusione di una profondissima prospettiva. Il teatro è inoltre guarnito da ben 95 statue.

Uno spettacolo da non perdere, infatti il teatro è, tuttora, sede di rappresentazioni e concerti.

Indirizzo:

Piazza Matteotti, 11, 36100 Vicenza VI

Orari:

  • Invernale: 1 settembre al 30 giugno:
    da martedì a domenica 9.00 – 17.00 (ultimo ingresso alle 16.30).

  • Estivo: 1 luglio al 31 agosto:
    da martedì a domenica 10.00 –  18.00 (ultimo ingresso alle 17.30).

Biglietto Unico:

Per visitare i maggiori edifici di Vicenza, esiste il Biglietto unico, che prevede una sola visita, ogni singola sede e ha validità 7 giorni dal primo utilizzo.

Si può entrare ne: Teatro Olimpico, Palazzo Chiericati, Museo Naturalistico Archeologico, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Chiesa di S. Corona, Museo Diocesano, Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, Palladio Museum

Per avere informazioni sempre aggiornate su gli orari: Musei civici Vicenza


Ti è piaciuto il nostro articolo?
Iscriviti alle nostre newsletter e rimani aggiornato sui nuovi articoli!

Accetto l'iscrizione alla Newsletter e dichiaro di aver letto la Privacy Policy *

Privacy Policy


 

Ti piace l'articolo? Condividilo!
Author

15 Comments

  1. Ho un amico che vive nei pressi di Vicenza mi ha parlato di Palladio e di come le sue opere sono presenti in ogni angolo della città. Un artista che ha uno stile che a me piace e mi piacerebbe vedere le sue opere non appena possibile. – Paolo

    • Angi Reply

      Spero tu ci riesca presto, mi raccomando,fammi sapere se ti sono piaciute!

  2. Feci un bellissimo viaggio, anni fa, tra i Colli Euganei e le Ville Palladiane, ma mi rendo conto che ancora tanto ho da vedere e godere. Spero che la normalità torni quanto prima e che tutti, me compresa, possano tornare a godere della bellezza ed arte. Grazie per questo viaggio magico nell’arte!

    • Angi Reply

      Noi siamo andati alla ricerca delle opere del Palladio, anche senza saperne troppo, ma più cercavamo e più abbiamo trovato, così ci siamo innamorati di questo artista…speriamo di poter continuare ad innamorarci degli artisti ancora e ancora, ricominciando a muoversi liberamente!

  3. Ciao, non sono mai stata tra i colli Euganei vedo che ci sono un sacco di posti interessanti e luoghi d’arte da visitare, grazie

  4. Articolo F.A.V.O.L.O.S.O. assolutamente! Salvato, subito, perchè in primavera voglio regalarmi un weekend seguendo questo percorso. Ci credi che sogno di vedere il teatro olimpico e, alla fine, resto sempre al palo? GRAZIE MILLE

    • Angi Reply

      Mi fa veramente piacere, grazie! Spero che mi racconterai le tue impressioni, dopo che avrai assaporato tanta bellezza! 😉

  5. Dopo aver visto queste foto mi sono resa conto che finora mi son persa una città che mi piacerebbe moltissimo. Devo recuperare!!

  6. I giardini ed il teatro me li sono segnata subito. Vicenza non l’avevo mai considerata come meta di viaggio ma merita sicuramente!

  7. Quando guardo queste opere non posso evitare di fare paragoni. avevano meno strumenti, niente motori, elettricità e altre simili utilità eppure creano opere d’arte che adesso solo ci sognamo. pazzesco

  8. Loporcaro Giusy Reply

    Eh ma che meraviglie ci sono a Vicenza? È una città che non ho mai visitato e non sapevo fosse culla di tanta arte. Grazie per avermi illuminato con questo articolo dettagliato.

  9. Articolo molto bello, non sono mai stata a Vicenza ma devo dire che dalle foto che hai messo e dalle descrizioni dei vari posti sembra una città molto bella.

  10. Bellissima Vicenza raccontata da te, non ci sono mai stata, E’ ricca di tanti posti super interessanti e tanta arte quanto quella architettonica.

  11. Io non ci sono mai stata a Vicenza ma leggendo il tuo articolo mi hai fatto venire una gran voglia di visitarla al più presto!

Write A Comment

error: Contenuti protetti da Copyright