Parco Sculture del Chianti

Spesso il fine settimana partiamo, prendiamo la macchina e ci muoviamo alla ricerca di luoghi interessanti. L’ultima volta, ci siamo diretti nel cuore del Chianti senese, fra colline ornate di vigneti e antichi borghi ricchi di storia.

Avevo letto di un luogo, dove arte e natura s’incontrano creando suggestioni oniriche. Senza pensarci troppo, siamo quindi arrivati a Pievasciata, a circa dieci chilometri dalla città di Siena, dove si trova il Parco Sculture del Chianti.

Parco Sculture del Chianti 5

Cos’è il Parco sculture del Chianti

Il Parco Sculture del Chianti, è una mostra permanente di sculture e installazioni contemporanee, dove il connubio tra arte e natura lo vivi ad ogni passo. Nato nel 2004 per volontà dei coniugi Giadrossi, grandi appassionati d’arte. Nel 1994 acquistarono una parte di bosco già recintata, dato che, fino ad allora, era stato ospitato un allevamento di cinghiali. Ma solo dopo un lungo viaggio in Sud Africa, arriva la pregevole idea, di creare in quel bosco, un Parco Sculture, a cui si dedicheranno, per dieci anni, con grande passione.

Parco sculture

Molte riviste autorevoli, come anche il National Geographic e Travellers, considerano il Parco Sculture del Chianti, come uno dei più belli al mondo.

Parco Sculture del Chianti 11

Tra arte e natura nel Parco sculture del Chianti

Sono sette ettari di bosco, da percorrere lungo comodi sentieri, che creano un percorso circolare, che porterà, nel vostro cammino, opere realizzate da artisti internazionali, provenienti dai cinque continenti.

Parco Sculture del Chianti 12

Un incontro ravvicinato, che permette di apprezzare direttamente, il magnifico connubio tra arte e natura. Passeggiare ed imbattersi in mucche multicolori, alberi in vetro, sculture di marmo, sassi sospesi o doghe di una nave, è un’esperienza avvincente e decisamente fuori dall’ordinario.

Parco Sculture del Chianti 14

Alcune di queste opere invitano chiaramente il visitatore a cercare un contatto diretto con l’opera. Possiamo scendere su una piattaforma in marmo alle pendici di una piccola gola, attraversare un ponte di legno e scoprire che non è affatto legno e alla fine arrivare a vedere la luce riflessa in un arcobaleno, talmente bello da togliere il fiato.

Gli artisti

Sono circa 25 opere di artisti internazionali, che si sono adoperati, realizzando opere, che toccano i temi più diversi. Sono stati utilizzati vari materiali, dal vetro, alla pietra, al marmo e altri ancora, creando un continuo gioco di luci, colori ed effetti speciali.

Parco sculture 2

Sono presenti: le mucche variopinte di Vincent Leow, un magnifico albero di vetro dello scultore greco Costas Varotsos, la maestosa chiglia di una nave, in lava vulcanica, dell’artista turco Kemal Tufan, un meraviglioso arcobaleno di Federica Marangoni. Alcune installazioni sono di aspetto più religioso/sociale come quella dell’indonesiana Dolorosa Sinaga e l’opera più politica dell’artista argentino Xavier B. Fontenla, sulla libertà di stampa.

Alcune sculture sono interattive con il pubblico, come il labirinto dell’artista inglese Jeff Saward, artista specializzato in labirinti, che ha preso spunto da un disegno inciso su roccia, risalente al VIII secolo a.C.

Parco Sculture del Chianti 2

Ogni artista ha prima visitato il bosco, lasciandosi ispirare dalle naturali suggestioni dello spazio e della luce, solo dopo ha fatto una proposta specifica per il luogo da lui stesso scelto. Tutti hanno cercato di mantenere la caratteristica principale del Parco Sculture, il cui intento principale è l’integrazione completa tra arte e natura. Infatti tutte le opere, sono progettate per armonizzarsi con i colori, la luce e gli alberi che le circondano. L’opera dell’uomo non punta a prevaricare la natura, ma ad integrarla ed esaltarla.

Oltre il Parco Sculture

Parco Sculture del Chianti 22

Ma non è finita qui. Dopo la visita al Parco sculture del Chianti, potreste scendere pochi chilometri più giù e visitare il paesino di Pievasciata che si sta trasformando in un Borgo per l’Arte Contemporanea (B.A.C.), con l’aiuto dell’Associazione Culturale Amici del Parco, del Comune di Castelnuovo Berardenga, della Provincia di Siena e della Regione Toscana. Potete trovare una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto, con undici opere, disposte lungo le strade e sugli edifici del paesino stesso. 

Da sapere

Conviene assolutamente scaricare l’App gratuita ChiantiPark (all’ingresso su AppleStore o Google Play), vi permette di seguire il percorso in maniera rilassata e consapevole. Molto divertente anche per i bambini, a cui viene dato un biglietto speciale, che li porterà ad una vera e propria caccia all’arte.

Chi ha bimbi piccoli, può affrontare la passeggiata tranquillamente, anche con passeggino.

Parco Sculture del Chianti 18

E nel parco è stato creato anche un Anfiteatro che gode di un’ottima acustica. Soprattutto in Luglio e Agosto, offre ai visitatori un denso programma di concerti di musica classica, jazz, opera e tanti altri generi musicali. Vicino al tramonto, così che sia possibile godere dell’atmosfera della luce sua soffusa e magica.
Anche questo è, ovviamente, un’opera d’Arte, le quinte sono realizzate in marmo bianco di Carrara ed in granito nero dello Zimbabwe. I gradoni ed il palcoscenico sono rivestiti da lastre di lava, ma la cosa interessante è che, insieme al pubblico, tra gli spalti siedono spettatori-sculture, anche molto famosi. Il divertente è riconoscere a chi appartiene la sagoma.

Parco Sculture del Chianti 9

Come arrivare

Parco Sculture del Chianti si trova, lungo la Strada Provinciale n.9, Località La Fornace 48/49, Pievasciata (Castelnuovo Berardenga), Siena

Orari:

  • Tutto l’anno dalle 10 in poi, la chiusura varia a seconda della stagione.
  • Luglio ed Agosto, nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro si svolgono concerti di musica classica, jazz, opera e tanti altri generi musicali. Gli spettacoli solitamente si svolgono il martedì sera, con inizio dalle ore 19.00 circa.
  • Per avere maggiori informazioni: website chiantisculpturepark

    Consigli per soggiorni e strutture alberghiere.


    Ti è piaciuto il nostro articolo?
    Iscriviti alle nostre newsletter e rimani aggiornato sui nuovi articoli!

     

Ti piace l'articolo? Condividilo!
Author

22 Comments

  1. L’arte e i viaggi sono le mie passioni più grandi. Questo mi sembra un connubio perfetto, interessante e allo stesso tempo divertente!

  2. Non lo conoscevo! Ma che bello questo parco! Una stupenda scoperta!
    Grazie mille per le tue indicazioni e le tue foto, mi hai davvero ispirata!!!

  3. Adoro quanto l’arte, soprattutto contemporanea, si unisce con il territorio e soprattutto con vedute e paesaggi quali quelli del Chianti!

  4. Trovo sia davvero meraviglioso quando natura e arte si fondono in modo così armonioso. Immagino che dal vivo debba essere ancora più bello!

    • Angi Reply

      Dal vivo hai modo di passeggiare all’aria aperta ed entrare in un mondo ricco di fantasia!

  5. Questo parco é un museo all’aria aperta, mi piacerebbe tantissimo visitarlo. Magari quando questo brutto periodo che stiamo vivendo lo avremo lasciato alle nostre spalle

  6. Non avevo idea ci fosse un parco simile in Italia dove natura e arte si incontrano e meravigliano lo spettatore.

    • Angi Reply

      L’Italia è paese pieno di posti ricchi di suggestioni artistiche e culturali, bisogna ricordarsi di essere curiosi. 😉

  7. Davvero una meraviglia da visitare non appena si potrà tornare a viaggiare, che cosa fantastica adoro la scultura e conosco gran parte dei nomi che hai fatto, una meta preziosa da condividere con tutti, questi luoghi sono davvero una manna per noi che amiamo due cose, viaggiare e ammirare opere d’arte.

    • Angi Reply

      Mi fa veramente piacere, fammi sapere se riesci ad andare, essendo in zona gialla ed essendo un parco, non è chiuso.

  8. amalia occhiati Reply

    Non conoscevo questo posto, dalle foto vedo che è molto bello. Un posto che merita di essere visitato

  9. Bellissimo e suggestivo, veramente. Cavoli, ci voglio andare il prima possibile! La passeggiata non è neanche troppo impegnativa, perfetto.
    Vado a verificare se, come sembra, l’artista della scultura con l’uomo seduto si è ispirato al Pensatore di Rodin.

    • Angi Reply

      Bravissima, Il pensatore Di Ichwan Noor, è proprio un omaggio al Pensatore di Auguste Rodin,nonostante sia vestito ed assomigli ad una persona comune.

  10. Wow… non sapevo che in Italia esistesse questo tipo di parco, devo assolutamente organizzarmi per visitarlo!

  11. Direi che è a dir poco meraviglioso questo parco, mi ha colpita molto!

  12. Molto bello questo parco in Toscana e veramente pregevoli le sculture, merita davvero una visita.

  13. Che bello questo parco la cui natura si mescola in maniera armoniosa con l’arte rappresentata dalle sculture ed installazioni. Davvero suggestivo. Vorrei visitarlo.
    Maria Domenica

  14. Ho da tempo in mente di visitare il Chianti e questo parco è surreale e interessante, lo inserirò sicuramente nella lista delle cose da vedere lì!

  15. Non conoscevo il parco delle sculture del Chianti! Una vera scoperta, grazie!

  16. Ho vissuto quasi un anno in questa zona e ancora non sapevo nulla di questo parco. Io che poi amo le cose di questo genere! SHAME ON ME! ottima occasione per tornarci e vivere un po’ di sana nostalgia

    • Angi Reply

      Tante volte i luoghi più belli li abbiamo sotto gli occhi, bisogna solo abituarsi a guardare con più attenzione! 😉

Write A Comment

error: Contenuti protetti da Copyright